Ciao! Utilizziamo i cookies per far funzionare il sito e agevolarne la navigazione. Privacy Policy.

Oltre l'incerto limite

Email
Una raccolta di 12 racconti che ci porterà dalle origini al futuro oltre i nostri limiti.
Autore: Tina Caramanico
ISBN: 978-88-97674-17-7
N.pag.: 134
Rilegatura: Brossura con alette
Formato: Tascabile 12x17

Prezzo di copertina 10,00 €


Descrizione

Cosa hanno in comune una falsa geisha sul Duomo di Milano e un figlio adottivo in crisi? Cosa lega un’adolescente obesa a una gemella stanca di essere eternamente in coppia? Tutti noi sopportiamo o ci costruiamo dei limiti per esistere, dei confini che ci definiscono e ci contengono, ma che possono andarci stretti, come l’abbraccio di una madre ansiosa: confini mentali, etici, culturali, fisici.  Confini che hanno a che fare con le nostre origini o col nostro futuro, con la nostra identità e i nostri sogni. A volte i protagonisti di queste storie vanno oltre, per scelta o per caso, per amore o per rabbia. Quel passo li perde o li salva. Li porta in un altrove da cui, se mai torneranno, torneranno trasformati per sempre. Altri personaggi, invece, il coraggio di superare i loro limiti, di fare quel passo non ce l’hanno e restano così, in bilico, immobili eppure già cambiati irreparabilmente da quello che, per un attimo, hanno solo intravisto di là.

La raccolta

 

Origini

 • S-confini

 • Martedì grasso

Identità

 • Io no

 • Due

Innocenza

 • Erika e il mare

 • Maria era una strega

Conoscenza

 • La casa del padre

 • Paesaggio bretone

Sogni

 • Al Girasole

 • Adele

Futuro

 • Al bivio

 • La vita nuova

I racconti premiati

 

Martedì grasso

Finalista del premio Energheia, è stato messo in scena

nello spettacolo "Black Room" di CreArtheater

 

Io no

Vincitore di diversi concorsi letterari.

Premio Speciale del Presidente al “Trofeo Penna d'Autore”

XIX Premio Letterario Internazionale, maggio 2013

 

Adele

Vincitore concorso Scriptag - Scripta Volant

 

La vita nuova

Finalista al Premio Arthè 2011

 

Prefazione dell’autrice 

La cosa più bella per me, da quando mi sono avventurata a scrivere, è ritrovare dentro una pagina molto più di quello che consapevolmente pensavo di averci messo. Non capita spesso, ma quando capita è fantastico. Rileggersi e domandarsi: “Questo l’ho scritto io?”

Ogni tanto qualcuno ti chiede: “Perché scrivi?” Credo, in fin dei conti, di scrivere per questo: per far emergere da chissà dove in modo sorprendentemente chiaro e pulito (non sempre, non spesso, non del tutto) cose che non so di sapere.

Quelli che trovate in questa raccolta sono racconti nati singles: scritti nello stesso periodo, ma di generi vari, dal fantastico al noir, al mainstream, e di estensione diseguale, dal cortissimo alla novella. Ognuno inseguiva una storia, una situazione, un personaggio, e sembrava che ciascuno di essi dovesse avere un destino indipendente: una rivista, il web, qualche concorso letterario per inediti. Qualcuno magari nel cassetto, in attesa del momento di vedere degnamente la luce. Poi una sera, come per caso, si sono rivelati prima una qualche strana somiglianza tra due, tre di loro e poi, pian piano, il filo che li legava tutti, al di là delle evidentissime differenze e disparità. Cosa avevano in comune una falsa geisha sul Duomo di Milano e un figlio adottivo in crisi? Cosa poteva collegare un’adolescente obesa a una gemella stanca di essere eternamente in coppia? Dopo un po’ era talmente evidente, che mi pareva impossibile non averlo notato prima. Tutte le storie, tutti i personaggi, si arrovellavano intorno al tema e al problema del “limite”, del “confine”.

Parlo dei limiti che tutti noi sopportiamo o ci costruiamo per esistere, dei confini che ci definiscono e ci contengono, ma che possono andarci stretti, come l’abbraccio di una madre ansiosa: confini mentali, etici, culturali, fisici. Confini che hanno a che fare con le nostre origini o col nostro futuro, con la nostra identità e i nostri sogni. A volte i protagonisti di queste storie vanno oltre, per scelta o per caso, per amore o per rabbia. Quel passo li perde o li salva. Li porta in un altrove da cui, se mai torneranno, torneranno trasformati per sempre. Altri personaggi, invece, il coraggio di superare i loro limiti, di fare quel passo non ce l’hanno e restano così, in bilico, immobili eppure già cambiati irreparabilmente da quello che, per un attimo, hanno solo intravisto di là.

A proposito di limiti oltrepassati, voglio spendere due parole sull’apparente mescolanza di generi che caratterizza la raccolta.

Dico apparente perché in realtà non ci sono qui racconti propriamente di genere: il rispetto dei canoni è sempre relativo, o si riduce a pura forma (mentre la sostanza narrativa è altrove).

Troverete gialli in cui l’investigatore non vuole trovare il colpevole, noir in cui è difficile distinguere i buoni dai malvagi, racconti in cui il confine tra ciò che è realistico e ciò che è fantastico è volutamente incerto. Insomma, non sono solo i protagonisti di queste storie, a giocare coi loro confini: io stessa ho giocato allo stesso gioco, o almeno ho voluto provarci.

Tina Caramanico

 

 Seguici su Facebook 

 

 

Recensioni e Stampa:

 

Oltre l'incerto limite su aNobii

Recensione - Il bosco dei sogni fantastici - Isabella Cavallari

Recensione - Mangialibri

Recensione di Rosaria Andrisani - Art-Litteram

Recensione di Annessi & Connessi

Recensione di Grimilde - Mondoscrittura

Recensione della redazione di Qlibri

Recensione della rivista Diwali

Recensione di Lidia Ottelli - Il rumore dei libri

Recensione di Clara Abatangelo - Sugarpulp

Recensione di Francesco Mastinu

Oltre l'incerto limite su Nero Cafè by Mirko Giacchetti

Intervista all'autrice di Cristina Lattaro

Segnalazione su Rosa del Deserto

Segnalazione su Reading at Tiffany's

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
   

Newsletter  

Tieniti aggiornato sulle nostre novità e offerte, iscriviti alla nostra newsletter.
   

Carrello  

 x 
Carrello vuoto
   
spedizione-gratuita.jpg
   
Che cos'è PayPal
   

Distribuzione  

   

Partner  

   

   

Visitatori  

Abbiamo 159 visitatori e nessun utente online

   
© Runa Editrice - P.IVA 03535310282
Joomla! Open Graph tags