Ciao! Utilizziamo i cookies per far funzionare il sito e agevolarne la navigazione. Privacy Policy.

Eventi  

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
15  

Stranimondi

15-10-2017
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   

Tra le Righe

   

Tra le Righe

 
   

 
   

FantaMagica

   

   

   

   

Runa

RUNA significa "segreto", "sussurro”.

Le Rune sono il linguaggio segreto del mondo, l’antico alfabeto usato dalle antiche popolazioni germanico-vichinghe e celtiche, considerate segni magici portatori di conoscenza e quindi libertà.

Queste popolazioni sapevano che ciò che è scritto comunica un messaggio che viene “da fuori”,  da chi ha “parlato” componendolo, come il Vate o il Profeta che sono portavoce della divinità.

Avevano quindi ben chiaro che la scrittura univa indissolubilmente conoscenza, poesia e profezia.

Secondo la leggenda, furono scoperte dal dio Odino che le divulgò tra il suo popolo come simbolo del sapere e del riconoscimento di tutti i misteri degli dei e degli uomini.

Tutto ciò è celebrato nell’Hávamál (La canzone dell’eccelso), il canto mitologico nordico che narra il sacrificio di Odino (una autoimpiccagione ad Yggdrasil, il Frassino del Mondo),  delle Rune di cui si impadronisce e che lo liberano e del furto ai Giganti dell’idromele (la bevanda alcolica dell’ispirazione poetica) che viene donata agli uomini.

Ancora oggi sono uno strumento divinatorio e di crescita spirituale. La divinazione runica  non significa prevedere il futuro, ma offre la possibilità di analizzare meglio il percorso su cui ci troviamo e mostra l'effetto delle nostre azioni positive o negative, agendo come uno specchio per quello che, in quel momento, non siamo in grado o non vogliamo vedere.

 

 

Yggdrasil - Il Frassino del Mondo

Lo so io, fui appeso
al tronco sferzato dal vento
per nove intere notti,
ferito di lancia
e consegnato a Odino,
io stesso a me stesso,
su quell'albero
che nessuno sa
dove dalle radici s'innalzi.

Con pane non mi saziarono
né con corni [mi dissetarono].

Guardai in basso,
feci salire le rune,
chiamandole lo feci,
e scesi di là  


Edda poetica - Hávamál
Il Discorso di Hár. 138-139  

Yggdrasil - Il Frassino del Mondo
Dal manoscritto Edda oblongata (XVII sec.),
Istituto Árni Magnússon, Reykjavík
   

Newsletter  

Tieniti aggiornato sulle nostre novità e offerte, iscriviti alla nostra newsletter.
   
   

Carrello  

 x 
Carrello vuoto
   
spedizione-gratuita.jpg
   
Che cos'è PayPal

 

   

Distribuzione  

   

Partner  

   

   

Visitatori  

Abbiamo 290 visitatori e nessun utente online

   
   
© Runa Editrice - P.IVA 03535310282
Joomla! Open Graph tags